Login

Iscriviti a Jourdeló

Editoriale

di Gabriella Lupi

editoriale 13 (Miniatura 350x371 px)Quando da un incontro casuale nasce un sodalizio (p.9) ci sentiamo rafforzati e, confortati da questo, procediamo nel divenire. Non possiamo però non volgere contemporaneamente lo sguardo al passato.
Ci soffermiamo spesso incuriositi, ammirando affascinati la vita dei nostri predecessori, e osserviamo ciò che è la nostra memoria storica. Mi domando spesso cosa sarebbe l’oggi se il passato non fosse stato scolpito da personaggi volitivi, che hanno affermato con il proprio stile di vita l’importanza della libertà di espressione (p.18) che permette di far vivere la nostra parte artistica (p.37) anche quando agli altri appare così lontana da ciò che siamo (p.22).

La messa in scena è sempre un evento ingegnoso un gioco fantastico della realtà passata, o futura, che però possiamo rivivere, vivere e osservare da vertici diversi; trovano così spazio non solo scherzi e conversazioni piccanti (p.5), ma anche le grandi battaglie, quelle che hanno dato inizio a importanti processi di unificazione (p.13).

Ci sono unioni che avvengono anche contro il parere e la volontà altrui ma che sono predestinate, e sulle quali nemmeno le radicali diversità possono influire (p.26). Influssi e magie ci proiettano verso un universo caotico di cui non sempre s’è tenuto conto (p.32), ma la magia ci aiuta e tutto torna elegantemente al suo posto (p.40).

Buona lettura.

Aprile-Settembre 2009 (Numero 13)

Comune di BolognaCon il patrocinio del Comune di Bologna
© 2005 - 2020 Jourdelo.it - Rivista storico culturale di 8cento
Registrazione Tribunale di Bologna n. 7549 del 13/05/2005 - Direttore Resp. Daniela Bottoni