Login

Iscriviti a Jourdeló

Fiori esotici e fiocchi nei gioielli del Barocco europeo

di Silvia Fini

Pendente in oro, argento e granati (Miniatura 219x128 px)Questa passione ha lasciato splendide tracce nei tulipani, gigli, rose e fritillarie, incisi o dipinti con smalti policromi su medaglioni, miniature, casse di orologi e sul retro dei gioielli. I fiori sono un tema costante nelle incisioni e nei libri, provenienti soprattutto dalla Francia e dalla Germania, che riproducono i modelli dell’arte orafa e ci permettono di ricostruire cronologicamente l’emergere di particolari tendenze, giacché gran parte dei gioielli dei secoli XVII e XVIII è andata perduta.

In Spagna i motivi barocchi provenienti dalla Francia stentano ad affermarsi: negli ornamenti persiste infatti l’ispirazione religiosa con pendenti, croci, reliquiari o simboli dell’Inquisizione o dell’ordine di Santiago.

Disegno preparatorio (Miniatura 367x218 px)Questi gioielli venivano indossati sia dagli uomini che dalle donne, come anche complesse e lunghe catene indossate su una spalla e in diagonale sul petto, di moda fin dalla seconda metà del XVI secolo.
Finalmente poco prima del 1700 si diffonde lo stile barocco, che verrà apprezzato per un altro secolo.
Il fiocco è uno dei motivi più diffusi nella gioielleria barocca e deriva forse dai nastri con i quali un tempo si fissavano i gioielli.
Madame de Sévigné (Miniatura 344x433 px)Nei ritratti eseguiti dalla metà del secolo appaiono spesso montati sopra pendenti, spille e orecchini. In genere sono decorati con pietre tagliate a tavoletta o a rosetta sulla parte anteriore e con smalto dipinto sulla parte posteriore.

I modelli di spille a fiocco con le cocche particolarmente appuntite e rivolte in basso divennero noti con la denominazione di Sévigné, in riferimento alla scrittrice francese Madame de Sévigné.
I fiocchi spiccavano anche nelle collane a nastro e nei braccialetti realizzati con nodi d’oro smaltato.

Verso la fine del secolo si diffuse la moda delle cosiddette Brandenburg, lunghe spille orizzontali, analoghe alle Sévigné, ma con una disposizione più compatta delle pietre e una forma più allungata lateralmente. Spesso si indossavano insieme varie spille coordinate, disposte lungo il corpetto in ordine di dimensione.


Articolo pubblicato su: L’Informatore Europeo d’Arte e di Antiquariato
e su https://silviafini.wordpress.com/2017/06/16/fiori-esotici-e-fiocchi-nei-gioielli-del-barocco-europeo/


Immagini nella pagina:
Pendente in oro, argento e granati e retro smaltato su oro, Spagna, fine ‘600, Collezione Silvia Fini
Disegno preparatorio per due pendenti: uno a croce con decorazione floreale e l’altro a fiocco, XVII sec., V.& A. Museum, Londra
Madame de Sévigné (1626-1696) ritratta da Claude Lefèbvre (1637-1675)
Fine.
Precedente 1 | 2 Successiva
© 2005 - 2021 Jourdelo.it - Rivista storico culturale di 8cento
Registrazione Tribunale di Bologna n. 7549 del 13/05/2005 - Direttore Resp. Daniela Bottoni