L’Uomo di Mezzanotte

ovvero, il turpe caso del Dott. Robert Knox e dei Recuperatori di Cadaveri

di Andrea Olmo

Manifestazioni di protesta ed assalti alla casa di Knox divennero affare quotidiano e il docente fu costretto ad andare in giro armato per difendersi dalle numerose aggressioni di cui fu fatto oggetto. Si diffusero inoltre numerose filastrocche ironiche sul suo conto, la più famosa delle quali recitava: Burke è il beccaio, Hare il ladro, Knox è l’uomo che compra la carne! quest’ultima definizione, in particolare, restò appiccicata a Knox per tutto il resto della sua vita. Tra l’altro, le terribili cicatrici che deturpavano il suo viso, reliquati di una grave forma di vaiolo contratta nell’infanzia, contribuirono ulteriormente a creargli l’immagine di mostro.

Cimitero (Miniatura 219x140 px)Intanto, approfittando dello scandalo, i colleghi presentarono il conto a Robert per i numerosi insulti da lui subiti negli anni precedenti; ovviamente, il più attivo di tutti fu James Syme, che intravide l’occasione, oltre che di vendicarsi, anche di liberarsi di un fastidioso concorrente. Su istigazione dei suoi numerosi nemici, e nonostante continuasse ad occuparsi di importanti ricerche, nel giro di pochi anni a Knox fu revocato l’incarico di Conservatore del Museo di Anatomia, sostituito, guarda caso, proprio da Syme, gli furono negate le nomine alle più prestigiose cattedre della Facoltà di Medicina e, alla fine, fu anche costretto a chiudere la sua Scuola di Anatomia.

Purtroppo, poi, il docente scozzese non fece nulla per cercare di fermare la sua rovina, continuando a bistrattare e criticare i colleghi come aveva sempre fatto e inasprendo così la loro inimicizia. Solo gli studenti rimasero schierati dalla sua parte, continuando a sostenerlo e ad ammirare in lui il colto e severo maestro. Nel 1841 Knox era un uomo distrutto: negli anni successivi vagò per tutta la Gran Bretagna, sopravvivendo a malapena grazie a piccoli incarichi temporanei in Università di provincia, tenendo conferenze qua e là e scrivendo libri, alcuni dei quali ottennero anche un buon successo. Per tutti, però, Robert era, e rimaneva, …l’uomo che compra la carne

Solo negli ultimi anni di vita, Robert Knox jr. riuscì ad ottenere nuovamente qualche incarico prestigioso ed anche alcuni riconoscimenti per i suoi indiscussi meriti scientifici. Disgraziatamente, non ebbe molto tempo per goderseli: la notte del 9 dicembre 1862, dopo una dura giornata di lavoro, fu fulminato da un ictus.

Gli omicidi di Edimburgo ebbero un impatto duraturo sulla cultura e le tradizioni popolari dei paesi anglo-sassoni: molti scrittori, tra cui Dylan Thomas, si ispirarono a quegli eventi in alcune loro opere. In particolare, Robert Louis Stevenson scrisse, nel 1884, un racconto sul turpe episodio, intitolato The Body-Snatchers, da cui, nel 1945, fu tratto un omonimo film con Boris Karloff e Bela Lugosi. Il titolo italiano del film era La Jena, o L'uomo di mezzanotte


Immagine nella pagina:
Un tipico cimitero scozzese

Fine.
Precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 Successiva

Maggio 2017 (Numero 27)

Vignetta tratta dal giornale satirico La Rana, n. 19
© 2005 - 2024 Jourdelo.it - Rivista storico culturale di 8cento Registrazione Tribunale di Bologna n. 7549 del 13/05/2005 - Direttore Resp. Daniela Bottoni
🕑