Login

Iscriviti a Jourdeló

Libri

Beth Morrey

«Come osi?» Non sopportavo l’idea che avessero parlato di me, la vecchia signora triste, un caso umano da accollarsi. Il mio bisogno era così evidente? Dovevano credermi proprio patetica, con il mio vagare nel parco sperando in qualche incontro fortuito.

Segue
Paul Glaser

Era una mazurca. Prima lenta poi veloce. Eseguii tre danze differenti e dopo mezz’ora tutto finì. Nessuno applaudì, ma poi mi venne data una forma intera di pane come ricompensa e mi rispedirono alla mia baracca.

Segue
Ilaria Tuti
“C’è un’espressione più felice che racconta la tenacia di questa stella alpina: noi la chiamiamo ‘fiore di roccia’.” Il capitano Colman annuisce. “È questo che siete. Fiori aggrappati con tenacia a questa montagna. Aggrappati al bisogno, sospetto, di tenerci in vita.”
Segue
Giacomo e Giuseppe Savini

“Paola i tuoi giochi non ci sono più, li hanno portati via questa notte” e in quel momento lì, son sincera, capii in maniera infantile ma molto precisa che il mondo è cattivo.

Segue
Hannah Richell

Ho paura del passato. Di quello che è successo. Ho paura che possa accadere di nuovo. Sento già di aver perso una famiglia. Costruirne un'altra è una responsabilità troppo grande...

Segue
Alessandra Necci

Ci sono dei momenti, delle ore, dei giorni persino, nei quali altro di me non resta se non un uomo che guarda il mare.

Segue
María Dueñas
“Allora riapriamo El Capitan?” In mezzo allo sconforto e all’indecisione, almeno spuntava una certezza: erano insieme… le tre sorelle Arenas dovevano continuare ad essere una roccia… “Apriamo” confermò Mona risoluta.
Segue
Melania G. Mazzucco
Tirar su una casa. Scegliere le tegole del tetto e il mattonato del pavimento. Immaginare facciate, logge, scale, prospettive, giardini. Per quanto ne sapevo, una donna non l’aveva mai fatto.
Segue
Daniela Raimondi
È per colpa di una zingara se la famiglia si è imbastardita. Me lo ripeteva spesso mia nonna, grembiule bianco e maniche rimboccate fino ai gomiti, mentre si apprestava a tirare la sfoglia.
Segue
Michael Chabon
Povero diavolo! Aveva costruito una nave per innalzare gli uomini fino alle soglie del paradiso, e quelli l'avevano usata come ambasciatrice dell'inferno.
Segue
Precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 Successiva
© 2005 - 2021 Jourdelo.it - Rivista storico culturale di 8cento
Registrazione Tribunale di Bologna n. 7549 del 13/05/2005 - Direttore Resp. Daniela Bottoni
🕑