Login

Iscriviti a Jourdeló

Il guardaroba dell’800 - 2

L’abito da ballo nel periodo di Jane Austen

di Jessica Dalli Cardillo

Sabato 7 dicembre l’Associazione JASIT, in collaborazione con 8cento, celebrerà - attraverso la danza - il compleanno di Jane Austen (1775 -1817), scrittrice inglese vissuta a cavallo tra due epoche.

In questo breve articolo si ripercorre la moda femminile da ballo di fine Settecento e inizio Ottocento, negli anni di gioventù della celebre scrittrice.


«Comunque Miss Chapman […] aveva una doppia balza nel vestito. - Devi proprio procurarti qualche balza. Non hai nella tua ampia provvista di abiti bianchi da mattina qualche capo troppo corto, buono per una balza?»

Lettera di Jane Austen a Cassandra, 15 ottobre 1813


Jane Austen nasce a cavallo tra due epoche che potremmo storicamente definire agli antipodi: la sua infanzia vede come sfondo la fine dell’Antico Regime e la Rivoluzione Francese (nasce, infatti, nel 1775) fino ad arrivare alla giovinezza nel pieno del periodo Impero.

Dal punto di vista della moda, il contrasto tra le due epoche è ben evidente: fin dagli anni ’80 del XVIII secolo le donne sono “ingabbiate” in rigide sottostrutture (larghi panier che ampliano spropositatamente le gonne, corsetti strettissimi che esaltano il punto vita e il decolleté, metri e metri di stoffe pregiatissime ricamate o addirittura dipinte a mano). Con la Rivoluzione Francese e ancor più durante il periodo del Direttorio (1795-1799), l’abito femminile diviene più “semplice”.

E così le giovani dame indossano abiti confezionati con le mussole di cotone più leggere, i corsetti si fanno meno “costrittivi” e addirittura per qualche anno scompaiono dalla scena. La vita della donna si alza e il taglio dei vestiti è rigorosamente sotto il seno, la stoffa arricciata sulla scollatura ricade fino all’orlo, a ricordare le colonne dei templi greci o i pepli delle statue classiche.



Ritratto di Madame de Verninac, Jacques-Louis David, 1798–1799 (Parigi, Museo del Louvre)


Pagina:
Precedente 1 | 2 Successiva
© 2005 - 2020 Jourdelo.it - Rivista storico culturale di 8cento
Registrazione Tribunale di Bologna n. 7549 del 13/05/2005 - Direttore Resp. Daniela Bottoni