Login

Iscriviti a Jourdeló

Il guardaroba dell'800 - 3

L'abito popolare a metà dell'800

di Delia Lenzi


Abbigliamento femminile:

Sottana e Gonna - la prima era una sottogonna di stoffe più o meno modeste, portate l’una sopra l’altra per dare ampiezza alla gonna. Questa era più lunga ed ampia e poteva essere di canapa, lana o cotone di raso, in tinta unita, a righe o a fiori.

Grembiule - bianco o écru, ampio, allacciato dietro e lungo poco meno della gonna, si poteva rimboccare per portare provvisoriamente oggetti o beni alimentari e non.

Corpetto, Camicia o Blusa - attillato, chiuso davanti con lacci o bottoni, solitamente smanicato, si indossava sulla camicia, bianca o écru, portata senza collo o con una collaretta fermata da un bottone; le maniche erano spesso arrotolate. Alternativa alla camicia era la blusa, molto ampia, lunga sui fianchi, stretta in vita da una fascia o cintura.

Fisciù o Scialle - il primo, triangolare, copriva lo scollo, ed i lembi potevano anche scendere sui fianchi fermati dai lacci del grembiule. Il secondo, quadrato o rettangolare, copriva le spalle e il busto.

Giacchetta - di velluto o fustagno, solitamente corta e con le maniche attillate.

Fazzoletto da testa o Cuffia - il fazzolettone portato triangolare ed allacciato sotto al mento o dietro la nuca (sotto la crocchia dei capelli), usato anche per le funzioni religiose, di colore chiaro o a righine. Alternativa più rara una semplice cuffia in lana o canapa.

Calze e Calzature - in filo grosso di lana, ai ferri con solette di cotone, in alternativa fasce avvolte di tessuto resistente. Di gran uso le pianelle, sorta di pantofole aperte sul calcagno, in feltro e sughero, più raramente gli zoccoli foderati di canapa o lana.


Immagine nella pagina:
Bozzetto di Delia Lenzi
Pagina:
Precedente 1 | 2 | 3 | 4 Successiva
© 2005 - 2020 Jourdelo.it - Rivista storico culturale di 8cento
Registrazione Tribunale di Bologna n. 7549 del 13/05/2005 - Direttore Resp. Daniela Bottoni