Login

Iscriviti a Jourdeló

Il patriota bolognese Leopoldo Serra

Non solo la Breccia di Porta Pia

di Daniela Bottoni

Cofano bandiera (Miniatura 218x154 px)Nel 1897 promosse una sottoscrizione nazionale per donare una bandiera d'onore alla città di Torino in occasione del 50° anniversario dello Statuto Albertino. La proposta incontrò l’adesione delle principali città italiane, i cui sindaci andarono a costituire il Comitato d'onore.
Per la realizzazione della bandiera e del cofano che doveva contenerla operarono le migliori maestranze artigianali bolognesi. La bandiera, ricamata e impreziosita da lavori di oreficeria, fu definita un'opera unica forse nel suo genere e di grande valore artistico. La cerimonia ufficiale di donazione, svoltasi all'ingresso di Palazzo Madama a Torino il 2 maggio 1898, costituì una delle cerimonie patriottiche più importanti di quegli anni. Con la somma avanzata dalla sottoscrizione Serra propose poi di istituire un "Premio al Carattere", intendendo con carattere la continua coerenza tra un pensiero onesto e un'azione perseverante. Così, per diversi anni, il Municipio di Torino distribuì il premio a chi avesse dato prova maggiore di grandezza di carattere.

Tomba (Miniatura 219x294 px)Leopoldo Serra morì l’8 ottobre 1912. La sua tomba si trova nel Cimitero della Certosa di Bologna (Chiostro Annesso al Maggiore, lato nord, perimetro esterno). Egli stesso ne dettò la lapide prima di morire: Qui riposa / presso ai suoi cari / Leopoldo Serra / maggiore nei Bersaglieri / che solo desiderio serbava / di spirar l'anima in Dio / difendendo / nei futuri inevitabili eventi / l'indipendenza e unità della Patria / affermando riconoscenza / alla leale e prode / casa di Savoia.

Ai suoi ultimi giorni di vita risale un episodio che testimonia ancora una volta il suo animo di soldato. Il bersagliere Cappa, giunto presso il capezzale del Maggiore per assisterlo, si tolse il cappello in segno di rispetto. Serra allora lo invitò a rimetterlo dicendo No, no, con le piume ti voglio vedere!

Medagliere (Miniatura 219x268 px)Molti dei suoi cimeli sono conservati presso il Museo civico del Risorgimento di Bologna: il mantello nero che indossava durante la battaglia di Porta Pia, recante ancora i 23 buchi provocati dai proiettili dei soldati pontifici, che furono rammendati dalle donne romane mentre il valoroso ufficiale si trovava nell'ospedale; il medagliere contenente ben 11 decorazioni; il piccolo revolver utilizzato nella lotta al brigantaggio; una sciabola d’ordinanza per ufficiale dei Bersaglieri la cui lama è incisa, secondo l'uso dell'epoca, con il nome del proprietario e le due date più significative della sua carriera: 24 giugno 1859 – 20 settembre 1870; diversi documenti personali e fotografie. Merita due parole a parte un cimelio particolare. Si tratta di una sciabola donata a Serra dal suo amico e commilitone Andrea Ripa mentre era morente a causa delle gravi ferite riportate il 20 settembre 1870. Andrea Ripa, originario di Verrucchio, aveva solo 29 anni. Una scena analoga di consegna simbolica della spada, come una sorta di “passaggio del testimone”, è raffigurata nel bassorilievo dedicato all’epopea risorgimentale che decora il basamento del Monumento a Giosuè Carducci a Bologna, opera di Leonardo Bistolfi.

Nel 1970 al Maggiore Leopoldo Serra venne dedicata una via (più precisamente una "rampa") di Bologna, nei pressi di piazza XX Settembre e venne posata un’epigrafe in sua memoria in via Castelfidardo 3, dove egli aveva vissuto.
Concludo citando una frase che egli amava ripetere E soprattutto, non dimentichiamoci mai di sorridere.

Vi invito a visitare la mostra “Leopoldo Serra: un protagonista del Risorgimento tra Roma e Torino” in corso fino al 22 novembre 2020 presso il Museo civico del Risorgimento di Bologna, in cui sono esposti per la prima volta documenti e cimeli di Leopoldo Serra (http://www.comune.bologna.it/risorgimento/eventi/47755/date/2020-09-23/id/102526).


Ringrazio Mirtide Gavelli e Otello Sangiorgi, responsabili del Museo civico del Risorgimento di Bologna, per le notizie storiche fornite e per la concessione di immagini e citazioni dal portale Storia e Memoria di Bologna
(https://www.storiaememoriadibologna.it/).


Immagini nella pagina:
Cofano disegnato da A. Tartarini e realizzato da S. Mingazzi per contenere la bandiera donata a Torino nel 1898, Album fotografico della consegna della bandiera, Museo civico del Risorgimento di Bologna
Tomba di Leopoldo Serra, Certosa di Bologna, Chiostro annesso al Maggiore, lato nord
Medagliere di Leopoldo Serra, Museo civico del Risorgimento di Bologna
Fine.
Precedente 1 | 2 | 3 Successiva
© 2005 - 2022 Jourdelo.it - Rivista storico culturale di 8cento
Registrazione Tribunale di Bologna n. 7549 del 13/05/2005 - Direttore Resp. Daniela Bottoni
🕑