Login

Iscriviti a Jourdeló

Scienze e TecnologiaLa ricetta segreta della Coca-Cola

dal 2013 a ritroso nel tempo per 150 anni, tutto per colpa di un italiano

di Samuele Graziani

Pin up 2 (Miniatura 219x170 px)Ma variazioni alla formula si fecero negli anni '50-60, per non parlare della sostituzione dello zucchero con surrogati durante la seconda guerra mondiale. O l’eliminazione totale della cocaina dalla ricetta del 1929 (rimarrà solamente, ma in dose infinitesimale, l’estratto privato della parte psicotropa). Il tutto per inseguire (o forse pilotare…) i gusti del grande pubblico, assecondando le necessità industriali e politiche del momento, per uno dei prodotti che ha fatto la storia del marketing.

Tralasciando gli aspetti politico-economici, sorpassiamo gli anni '30 e '20, in cui nasce la multinazionale, saltiamo il 1903, anno in cui nasce la rivale Pepsi, e ci fermiamo nel 1887.

Candler (Miniatura 363x448 px)La Coca-Cola ha meno di un anno di vita. Il suo inventore capisce che la bibita ha un forte potenziale di guadagno. Servono investimenti importanti e lui non ha abbastanza capitale, e salute.
Entra in società con Asa Griggs Candler. O meglio, Candler rileva brevetto e formula originale della Coca-Cola, che era stata depositata quello stesso anno. Su questo primo passaggio di proprietà già aleggia una quota di mistero.
Alcune fonti danno la compravendita a 550 dollari, altre a 2.200. Alcune fonti danno l’inventore e Candler soci per qualche mese altri no. Di sicuro, l’inventore della Coca-Cola muore dopo soli pochi mesi, e Candler, che è un vero squalo, diventa il proprietario unico di un impero. Candler è un imprenditore, proprietario di una farmacia e brevettatore di medicinali. Abilissimo. In pochi anni diventa milionario, ricchissimo. Grazie a strategie di marketing e di pubblicità molto aggressive, non sempre limpidissime, ma sicuramente geniali.
L’anno che segna la svolta è il 1893, anno in cui deposita il marchio dopo una breve causa legale per strappare il nome a chi lo aveva già depositato in precedenza. Suoi sono i primi cartelloni pubblicitari del 1891 con le Coca-Cola Girls seminude, suoi sono gli accordi politici, economici, militari che lo porteranno nel giro di una decina di anni a fondare una banca, a costruire grattacieli, a iniziare un impero economico come pochi altri nella storia. I suoi sono meriti imprenditoriali ed economici, ma la formula originale della Coca-Cola non è merito suo. Semplicemente lui l’ha comprata.


Immagini nella pagina:
Pubblicità con pin-up Coca-Cola
Asa Griggs Candler
Pagina:
Precedente 1 | 2 | 3 | 4 Successiva

Maggio 2013 (Numero 22)

Comune di BolognaCon il patrocinio del Comune di Bologna
Orologio da taschino del 1848, offerto dai bolognesi a Ugo Bassi
© 2005 - 2022 Jourdelo.it - Rivista storico culturale di 8cento
Registrazione Tribunale di Bologna n. 7549 del 13/05/2005 - Direttore Resp. Daniela Bottoni
🕑