Scheda: Ignazio Simoni

a cura di Samuele Graziani

Simoni lapide (Miniatura 219x233 px)Tra i tanti volontari garibaldini partiti da Quarto ci piace ricordarne uno legato al nostro territorio: Ignazio Simoni. Nasce a Medicina (Bo) il 15 agosto del 1826 e nel sangue ha le idee rivoluzionarie del padre.

La vita di Ignazio si svolge tra arruolamenti volontari, fughe, arresti, imprese rivoluzionarie, esili, diserzioni, battaglie.

Di professione farmacista, la sua vocazione principale è in realtà quella militare. Morirà a Novara il 7 aprile 1862, cadendo da cavallo.

Lo vogliamo ricordare in due modi: attraverso la lapide posta sotto la loggia del Comune di Medicina, che vediamo nell’immagine qui a fianco, e attraverso la trascrizione di una sua lettera.

Ebbe una fitta corrispondenza epistolare con la famiglia, grazie alla quale si sono riusciti a ricostruire tutti gli avvenimenti della sua avventurosa vita.
Le lettere sono oggi proprietà del Museo civico del Risorgimento di Bologna. Abbiamo scelto questa del 5 maggio 1860, in cui scrive ad un suo fratello.

Pagina:
Precedente 1 | 2 Successiva

Luglio 2020 (n° 30)

Composizione di divise garibaldine del Museo civico del Risorgimento di Bologna su sfondo di bandiera patriottica del 1848
© 2005 - 2022 Jourdelo.it - Rivista storico culturale di 8cento Registrazione Tribunale di Bologna n. 7549 del 13/05/2005 - Direttore Resp. Daniela Bottoni
🕑